sabato 15 dicembre 2018

Rita Ambrogi - Poetessa multimediale


Rita Ambrogi
Come fiori sull'acqua
poesie

La grafica e impaginazione è stata curata da Emilio Trentanni, conosciuto dalla  poetessa Rita Ambrogi negli incontri settimanali del “Giovedì culturale”, in Arrone (TR).
 Il nostro artista, pittore ed esperto grafico e cofondatore del nostro sito “Arte in bottega”, è riuscito a dare una veste editoriale elegante, come ha sempre fatto in altre occasioni, rispettosa delle regole tipografiche. Ciò permette una lettura chiara e riposante delle sue delicate e coinvolgenti poesie. 


La vicenda della vita reale, così come viene rappresentata, nelle poesie di Rita Ambrogi, di solito è quella che possiamo definire “circolare” e molto serena con un racconto “friabile e genuino”  vale a dire “entrare ed uscire”, dai temi proposti  e difendendosi  da intemperanze violente che i fatti quotidiani, tendono a portarci ogni mattino vicino alla fine del mondo circostante…  e delle abitudini.
Ma se, dopotutto, niente di irreparabile accade si può segnalare che i suoi dubbi sono sofferti, e temuti ma sono superati  ed è segno che l’autrice, intensamente impegnata a riscattare l’ordine parziale dentro al travolgente disordine del nostro tempo attuale, conserva e difende un margine di vitalità e di resistenza che sembrano sorprendere anche lei, riuscendo  a rosicchiare spazi di semplice  lucidità e positivi alle contraddizioni contro cui ogni poeta tenderebbe ad arenarsi…
Il linguaggio di Rita Ambrogi, concentrato e alto, fa sì che il messaggio arrivi senza interferenze… direttamente… e tutto ciò lascia emozione. 
(Giorgio Ferretti)









































venerdì 2 novembre 2018

B&B Valle Cupa - dall'agenda di Franco Barletta




Dagli appunti custoditi in questa "Agenda" di Franco Barletta e raccolti durante il suo soggiorno nel B&B Valle Cupa, mi è sorta la "fantasia" di dedicare questo "blog" alla dolcissima amica Emanuela Paganucci, titolare e conduttrice... all'interno c'è racchiuso un po' tutto quello che circonda questa "amena e fantastica" località...           
Giorgio Ferretti




 “L’ETRURIA SVELATA”
Appunti dall'Agenda di Franco Barletta

L’estate 2018 a Roma il caldo è asfissiante, per avere un po’ di refrigerio, durante il giorno, dobbiamo stare tappati in casa con le persiane chiuse e ventilatori accesi.
La settimana di ferragosto, abbiamo deciso di andare a cogliere un po’ di aria fresca fuori città.
Un caro amico, Giorgio Ferretti, in vacanza nella “maremma viterbese” in una graziosa e accogliente cittadina medievale Farnese, a pochi chilometri dal lago di Bolsena, mi aveva indicato un B & B nelle vicinanze di questa cittadina, in una azienda agricola immersa tra i vigneti  e circondata da ulivi.
All’arrivo siamo stati accolti dalla gentilissima Emanuela Paganucci, titolare del bellissimo manufatto, e dal giardino, ci sono venuti incontro tre gatti: uno nero, uno grigio e l’altro screziato, una piacevole accoglienza anche da parte loro, molto festosi.
Il soggiorno è stato a dir poco eccezionale. Stanza accogliente, bagno con tutti i comfort possibili e funzionanti, una sala per la colazione con annesso camino per l’inverno, che spero di sperimentare al più presto. La disponibilità di alloggio nel periodo in cui mi trovavo ospite era solo di due stanze matrimoniali, ma già in progetto era l’allestimento di altre.
L’idea di prendere appunti, mi è sorta girando per i dintorni di questa interessante località, dove ho scoperto un territorio, che ho titolato per l’appunto “Etruria svelata”, sconosciuto fino a pochi giorni prima, rappresentato dalla storia di millenni, dalle tradizioni culturali e  alimentari del luogo,  di vita comune, e un ambiente naturalistico di rara bellezza.
Tornato a casa e rivedendo gli appunti sulla mia agenda, ho voluto approfondire e mettere ordine con evidenza sintetica, nei vari aspetti: Storico, Ambientale, e Tradizioni alimentari e culturali, tutte le cose che mi sono venute incontro in questo soggiorno nella terra degli Etruschi.

In Appendice in fondo al blog, ho inserito uno “stralcio” di un mio lavoro editoriale, in corso di preparazione per la stampa, con testi e illustrazioni astratte ispirate agli etruschi, “medidate”  durante il mio soggiorno al B&B Valle Cupa… 


B&B VALLE CUPA 
di Emanuela  Paganucci


Località Valle Cupa senza numero civicoFarnese

m.me/aziendaagricolavallecupa - Chiama 339 602 5974

Su face book: https://www.facebook.com/aziendaagricolavallecupa/daagricolavallecupa/



AGOSTO 2018
DAGLI APPUNTI DI FRANCO BARLETTA





       Il Tufo grande protagonista 
              del territorio
Nel nostro viaggio verso Farnese, abbiamo guidato lungo il più grande lago vulcanico d'Europa, il lago di Bolsena, che in qualche modo avevo scambiato per essere il mare. Diverso da Roma, da dove provenivo, c'erano tanti spazi verdi della campagna. La bellezza della riserva naturale, La Selva del Lamone, mi ha aiutato a fuggire dalla città affollata. Nascosto nei boschi, la cascata d'acqua suonava la musica della natura. Camminando sul sentiero di rocce e ciottoli di basalto , ho potuto vedere le pietre naturali di tufo
Il nostro grande amico  Francesco Alloro dice che il tufo si può trovare ovunque, compreso il terreno che stavamo calpestando. La terra è composta da sabbie vulcaniche, principalmente tufo e basalto, che sono materiali comuni per le costruzioni abitative a Farnese. ..

On our way to Farnese, we drove along Europe’s largest volcanic lake, Lake Bolsena, which I somehow mistook to be the sea. Different from Rome, there were so many green spaces in the countryside. The beauty of the natural reserve, la selva del lamone, helped me escape from the crowded city. Hidden in the woods, the water cascade played the music of nature. Walking on the path of rocks and pebbles, I could see the natural tuff stones. 
Our great local friend Francesco says that tuff can be found everywhere, including the ground we were stepping on. The ground is composed of volcanic sands, mainly tofu and basalto, which are common materials for housing constructions in Farnese. From the sea to the mountains, everything seems to remain the same for centuries. The pristine woodlands and other natural surroundings reflect the local people’s respect and deep affection for nature.  



Una regione ben conservata sotto l’aspetto della natura, con un equilibrio geologico, che ha nei secoli dato stabilità alle città del tufo, anche se hanno subito eventi tragici, ma dal mare ai monti tutto è rimasto invariato, tutto è ben conservato… e non c’è stato un abbandono della popolazione, essendo oltre all’aspetto vivibile, ma ben comunicata con tutto il resto della nazione

A well-preserved region under the aspect of nature, with a geological balance, which has given stability over the centuries to the tuff cities, even if they have suffered tragic events, but from the sea to the mountains everything has remained unchanged, everything is well preserved ... there was no abandonment of the population, being beyond the liveable aspect, but well communicated with the rest of the nation



"Tutto Tufo" è la frase più precisa per descrivere le “città del Tufo” in questo caso  Farnese. Il tufo le pietre possono essere visti quasi ovunque: i passi, le pareti, e anche fioriere. Le pietre di tufo non solo possono soddisfare le finalità del fortificare le città, riflette anche l'estetica e offre un assaggio della cultura locale. 


Se la estrazione del tufo, è stata per secoli una risorsa economica della zona, si sono alternate  altre fonti economiche, fino ai giorni nostri: l’agricoltura e il turismo che oggi risponde ad una esigenza di “turismo della tradizione culturale ed alimentazione”,  per la presenza di viaggiatori  specialmente dall’Europa dove possono godere di una accoglienza ambientale tra mare e laghi e di una cultura alimentare particolare e che si è radicata in questo territorio da secoli che va  dall’olio come prima risorsa ai formaggi ai vini… e tant’altro

"Tutto Tufo" is the most accurate phrase to describe the "city of the Tuff" in this case Farnese. The tuff stones can be seen almost everywhere: the steps, the walls, and even planters. The tuff stones  not only fulfill the purposes of fortifying cities, it also reflects aesthetics and provides a taste of local culture. 


If the extraction of tuff, for centuries has been an economic resource of the area, other economic sources have alternated, up to the present day: agriculture and tourism that today responds to a need for "tourism of cultural tradition and food", for the presence of travelers especially from Europe where they can enjoy an environmental welcome between sea and lakes and a particular food culture and that has rooted in this territory for centuries ranging from oil as a first resource to cheese to wines ... and whatever





Come un "abitato" dell'Etruria per secoliFarnese serve come una delle regioni più iconiche per studiare la storia e la cultura etrusca
In epoca medievalei nobili e le ricche famiglie della Regione Lazio e della Toscana costruirono grandi monasteri città e palazzi in questa zona… dall’antichissima Vulci e le sue necropoli, alla Città di Castro fino a  Farnese, Pitigliano, Sovana, Sorano, Ischia di Castro, Bolsena e tante altre distribuite sulla antica regione della “Etruria”…

As an "abitato" of Etruria for centuries, Farnese serves as one of the iconic regions to study Etruscan history and culture. During the medieval era, the nobles and the rich families from Lazio Region and Tuscany built great Monasteries Cities and Palaces in this area ... from the ancient Vulci and its necropolis, to the City of Castro up to Farnese, Pitigliano, Sovana, Sorano, Ischia di Castro, Bolsena and many others distributed on the ancient region of "Etruria" ...

 Walking in the quiet medieval streets in Farnese, I lost knowledge of what period I'm really living here ..


Quasi tutti gli edifici nell'area sono costruiti con tufo. Inoltre, molte pietre di tufo nella cava vengono esportate nel Nord Italia per la costruzione di abitazioni. Le pietre di tufo "antiche" sono in realtà comunemente usate negli edifici moderni. Questo mi sorprende ancora ed è un argomento che non vedo l'ora di approfondire. Oltre alle pietre di tufo, il Farnese è anche famoso per i suoi prestigiosi prodotti agricoli e la cultura del cibo, in particolare l'olio d'oliva e il vino. Sono stato molto fortunato a visitare Farnese durante un festival locale e ho potuto assaggiare le fettuccine più fresche che abbia mai avuto. Ho visto anche molti turisti che stavano visitando il lago naturale e il mare vicino alla città per un fine settimana in famiglia. 

Nearly all the buildings in the area are constructed with tuff. Moreover, many tuff stones in the quarry are exported to Northern Italy for housing construction. “Ancient” tuff stones are actually commonly used in modern buildings. This still surprises me and is a topic I look forward to researching further. In addition to tuff stones, Farnese is also famous for its prestigious agricultural products and food culture, especially olive oil and wine. I was very lucky to visit Farnese during a local festival and was able to taste the freshest fettuccine I have ever had. I also saw many tourists who were visiting the natural lake and sea near the city for a family weekend.  




VALLE CUPA 

UN SITO MAGICO
 PER SVILUPPARE 
LA CREATIVITA'



Alcune pagine del  lavoro editoriale, in corso di preparazione per la stampa, 
con testi e illustrazioni astratte
 ispirate agli etruschi, “medidate ed ideate”  durante il  soggiorno di Franco Barletta al B&B Valle Cupa… 












CONCLUSIONI
Questo Blog, è un regalo per l'amicizia con Emanuela Paganucci, ringraziandola della bellissima accoglienza prestata all'amico Franco e la sua consorte Maura... anch'io sono stato influenzato dalla "magica atmosfera" che la Maremma Viterbese, e il territorio di Farnese, riescono a trasmettere ai visitatori ... e anch'io ne subisco il fascino e l'attenzione, e nei periodi di soggiorno, mi ispirano in particolare le "bucoliche" che in altri luoghi non riesco ad "esternare" e con questo omaggio... 




Ciao Emanuela a presto... con  Giorgio Ferretti e Franco Barletta